Professore Henryk Skarżyński un ospite speciale del 3 ° Festival Slesiano della Scienza

Home / News / Professore Henryk Skarżyński un ospite speciale del 3 ° Festival Slesiano della Scienza

Professore Henryk Skarżyński un ospite speciale del 3 ° Festival Slesiano della Scienza

, ,
Professore Henryk Skarżyński un ospite speciale del 3 ° Festival Slesiano della Scienza

A Katowice il 3 ° Festival della Scienza della Silesia è terminato, quest’anno si è svolto con lo slogan “energia”. Durante il Festival, il prof. Henryk Skarżyński, in qualità di ospite speciale, ha tenuto una conferenza dal titolo: “Il ruolo dell’udito nello sviluppo della società moderna”. L’evento scientifico, la cui missione è quella di co-creare la società della conoscenza, è stato anche visitato da molti ospiti illustri: prof. Johannes Georg Bednorz, premio Nobel per la fisica, Nicole Stott, ingegnere, astronauta e subacqueo NASA, Mirosław Hermaszewski, aviatore e cosmonauta, prof. Jerzy Buzek, politico, chimico e professore di scienze tecniche.

Durante la lezione, il prof. Henryk Skarżyński ha condiviso le sue conoscenze ed esperienze sul tema del modello di assistenza per persone sorde e non udenti, creato in Polonia, compresa la diagnosi precoce, il trattamento e la riabilitazione, nonché ha presentato la storia della creazione del Centro Mondiale dell’Udito. Questa struttura di fama mondiale, creata nel 1993 a seguito della trasformazione del Centro degli Impianti Cocleari „Cochlear Center” nel Centro Mondiale dell’Udito, ha celebrato l’anniversario di un quarto di secolo.

Il venticinquesimo anniversario della costruzione e della formazione dell’identità del Centro è caduto nel centenario dell’indipendenza della Polonia. – È un onore per noi che in quel momento, grazie ai nostri successi, la “scuola di otochirurgia polacca” abbia contribuito in modo significativo alla promozione della scienza e della medicina polacche nel mondo. Sono contento che da oltre 25 anni sia stato in grado di aiutare i pazienti con disturbi dell’udito e del linguaggio in modo così efficace “, afferma il prof. Henryk Skarżyński il creatore, iniziatore e direttore del Centro.

Attualmente, il Centro è un biglietto da visita della medicina polacca, e le conquiste del prof. Henryk Skarżyński, ideatore, iniziatore e fondatore dell’istituzione, e la sua squadra fin dall’inizio sono stati riconosciuti e premiati dai rappresentanti delle più alte autorità in Polonia. Il Centro Internazionale dell’Udito e della Favella, e poi il Centro Mondiale dell’Udito, è stato visitato più volte da rappresentanti del governo, del parlamento e delle delegazioni straniere. Il Centro di Kajetany è stato visitato le First Ladies. Tutti hanno sottolineato che è unico su scala globale e che le condizioni che fornisce ai pazienti dovrebbero essere un modello per altri ospedali. Un riconoscimento speciale tra numerosi ospiti è stato sollevato dal fatto che l’Istituto di Fisiologia e Patologia dell’udito ha raggiunto una posizione così elevata nel paese e all’estero in così poco tempo.

Nella seconda parte della lezione, il prof. Skarżyński convinceva anche gli ascoltatori che  l’udito è la base della comunicazione, che è la base per lo sviluppo della società moderna, fornisce accesso alle informazioni e al loro scambio. Nel mondo di oggi, dobbiamo accettare tanti informazioni e dobbiamo selezionarle rapidamente, perché non possiamo ricordare tutto e poi elaborarlo. L’uomo moderno vive più velocemente e pensa di pensare più velocemente, motivo per cui il pensiero fluido è estremamente importante. Se viviamo più velocemente, aspettiamo un rapido scambio di informazioni – in ogni posto a scuola, al lavoro, in ufficio. Abbiamo sempre meno tempo, quindi lo scambio di informazioni e le nostre reazioni sono molto importanti. Partecipiamo a vari eventi ed è difficile per noi immaginare che non abbiamo la capacità di ascoltare la musica, le parole e altri suoni di accompagnamento. Questi eventi, le immagini cadono nella nostra memoria e tornano a noi nella nostra mente. Il nostro pensiero è, dopo tutto, la parola nelle nostre menti, e la base per lo sviluppo della parola è l’udito ha aggiunto il prof. Skarżyński.

Il programma del Festival includeva, tra gli altri: un’intervista con un ospite speciale – l’astronauta NASA Nicole Stott, gli incontri con l’autore Mirosław Hermaszewski e il prof. Johannes G. Bednorz, premio Nobel per la fisica nel 1987 per la scoperta della superconduttività ad alta temperatura negli ossidi metallici e molti eventi interessanti in sei aree della conoscenza: scienze, scienze naturali, scienze tecniche, scienze umane e sociali, medicina e salute e arte. Il 3 ° Festival Slesiano della Scienza KATOWICE comprende oltre centocinquanta stand espositivi, dozzine di conferenze e workshop.

Gli organizzatori del Festival c’erano: Università della Slesia a Katowice, Città di Katowice, Università della Tecnologia della Slesia, Università Medica della Slesia, Accademia dell’Educazione Fisica a Katowice, Accademia di Belle Arti a Katowice e Università degli Studi Umanistici e delle Scienze Naturali Jan Długosz a Czestochowa.